E permette di affrontare tutti i risvolti evolutivi.

Lasciare consente la trasformazione e permette di affrontare i risvolti evolutivi che la Vita ci riserva indicandoci la via da seguire nell’edificazione del Giusto.

Ci troviamo nella fase preparatoria di passaggio energetico che sarà evidente con l’ufficiale ingresso del mese di Dicembre  e che si consoliderà oltre la prima settimana del mese.

Dicembre inoltre riserva un altro significativo passaggio: la rinascita della Luce, ma affronteremo questo tema strada facendo.

Il riflesso dell’esistenza si comprende.

Nel rivolgere lo sguardo al ricordo di ciò che è stato, nutriamo speranze per un presente migliore e un futuro costruttivo e nutriente.

Attualmente, consapevoli o meno delle spinte che ci sollevano dalle profondità, le nostre emozioni si formano e riformano.

Potrebbe sembrare ripetitivo, ma tutto ciò è parte di un naturale processo di guarigione che ci sta portando a una totale destrutturazione e alla riformulazione del nostro essere in modo meticoloso, attraverso la ciclicità delle energie.

Questo è il momento di lasciare al fine di consentire la trasformazione.

L’immagine che segue è l’apertura Tarologica dedicata alla settimana che va dal 27 Novembre al 3 Dicembre.

lasciare consente la trasformazione

Lasciare consente la trasformazione e permette di affrontare tutti i risvolti evolutivi.

Noi stiamo cambiando, gli assetti sociali stanno cambiando, la Terra sta cambiando.

Il punto cruciale risiede nell’osservare le sfumature, poiché è più facile notare solo le brutture.

Tuttavia, andando un passo oltre, nel silenzio dell’ascolto, ci rendiamo conto di quanto tutto sia in movimento e mutamento.

In questo punto critico, che evidenzia uno squilibrio cognitivo individuale e sociale, c’è l’opportunità di ripulire e costruire, ritornando alle origini.

Tutto è interconnesso da legami antichi e Sacri che, ad un’accurata osservazione, lasciano senza fiato.

Il buio, va ricordato, contiene i nutrienti della Vita.

In questo momento di totale oscurità, siamo chiamati a rendercene conto.

Se puoi aiutami a tenere in vita il mio blog con una piccola donazione .Troverai il pulsante donazione alla fine dell’articolo. Grazie . Cammina nel Sole 

Il punto è che ci siamo smarriti e, nel buio più totale, ora ci viene richiesto di accorgercene.

L’oscurità di questo periodo epocale porta in sé il seme della rinascita.

Per trovarlo, non è necessario vedere, toccare, udire, odorare o gustare; è necessario sentire, interiormente, attraverso un ascolto che si nutre di silenzio.

Nel silenzio della notte, si ristabilisce il contatto antico che ci riporta all’origine di tutte le cose e riformula le Sacre armonie perdute.

Lasciare consente la trasformazione.

Nello specifico, la settimana si andrà sviluppando con un rinnovato movimento attivo che, emergendo dall’interno, permetterà la manifestazione di aspetti emotivi significativi.

Questi aspetti, che si presentano o si ripresentano perché in passato sono stati trascurati, ci forniranno una comprensione del motivo per cui ci sentiamo come ci sentiamo.

Inoltre, offriranno la chiave per risolvere queste emozioni.

Permettendo loro di esprimersi, fungeranno da motore per un ulteriore passo verso la liberazione.

A livello collettivo, il disordine sociale ormai conclamato, sta spingendo a riflettere sul proprio passato personale.

Nel tornare al passato, si ha l’opportunità di riformulare le energie stagnanti che hanno generato le frustrazioni attuali che ci attanagliano.

È bene avere coscienza del fatto che il ricordo tende a dominare l’uomo ipotecando il suo divenire.

Questa è la grande falla da ripulire.

Nel processo di pulizia delle emozioni legate ai ricordi, si allevia notevolmente il peso che nel tempo hanno accumulato.

Si tratta di adottare un nuovo approccio: la memoria non cambia, ma ciò che cambia è la percezione che abbiamo di essa.

Ora è necessario alleggerire il carico delle memorie, liberandole da tutte le nostre elucubrazioni tossiche.

Attraverso questa pulizia, otterremo una visione chiara del passato e del presente.

Se il presente è chiaro, i passi verso il futuro saranno costruttivi.

Per questo motivo, lasciare e permettere che ciò avvenga, consente la trasformazione.

Siamo progettati per farcela, accorgiti.

Ogni cosa riporta alla natura e alla naturalità delle cose.

Siamo verso l’ingresso del Nuovo Rinascimento.

L’era della Interezza è alle porte, la Stirpe dei Puri si va formando…

FIDEM

Umani Divini.

Divini Umani.

Torneremo a guardare le stelle.

E fu sera e fu mattina…

Stefania Ricceri

Stefania Ricceri

Se il mio sito per te è fonte di crescita ed evoluzione

sostienilo con una donazione


Grazie

Lascia un commento